Notizie

Bandelli interviene in merito alla sparatoria avvenuta tra gruppi di operai kosovari e albanesi

Il nostro candidato sindaco di Trieste Franco Bandelli, interviene in merito alla sparatoria avvenuta tra gruppi di operai kosovari e albanesi.

L’allarme di infiltrazioni di malavita nel settore dell’edilizia, sottolinea Bandelli, è partito molto tempo fa, ma mi chiedo se si sia svolta attività di prevenzione.

Si sa che il rilancio dell’edilizia passa attraverso la gestione di subappalti anche con ditte che non impiegano solo manodopera locale, ma che si conoscono e sarebbe possibile quindi effettuare dei controlli.

E’ incredibile, afferma Bandelli, che si arrivi a questo punto con quello che appare un vero e proprio regolamento di conti, premeditato e in pieno centro. Chiediamo quindi che gli organi preposti procedano a un controllo capillare anche nei cantieri edili.

Grande apprezzamento da parte nostra, rimarca Bandelli, va alle forze dell’ordine, che operano al meglio con i mezzi a propria disposizione, ma è palese che, essendo impiegate pure in funzioni straordinarie come i controlli delle autocertificazioni prima e i Green pass ora, vengano distolte da altre situazioni, alcune anche ad alto rischio.

Futura si impegnerà in ogni modo per consentire in futuro alle forze dell’ordine di operare al massimo delle loro potenzialità. Saremo più che mai determinati: i triestini elettori sappiano che con Futura non ci sarà spazio per chi, di qualunque etnia o cultura, non dimostrerà di attenersi alle regole di pacifica e civile convivenza che da sempre e storicamente rappresentano la multiculturalità di una città plurilingue e multiconfessionale come Trieste.

La nostra è da sempre una città libera, moderna e sicura popolata da gente onesta. Non c’è e non potrà mai esserci pertanto spazio per atti criminali come quelli vissuti drammaticamente stamane e per di più in pieno centro, con grave rischio anche per gli innocenti e inermi passanti.
I triestini non hanno paura e sono certo che sapranno allontanare chi non si conforma al loro spirito di civiltà e di libertà.

Tanto più oggi che la città guarda al futuro con ottimismo in materia di turismo e sviluppo economico, ma senza sicurezza non ci potranno essere né investitori, né cittadini sereni.

Parole d’ordine per Futura saranno: tranquillità, ordine e sicurezza.

E questo a cominciare dalle periferie e dai rioni, per alcuni di moda solo durante le campagne elettorali, ma per noi di Futura, conclude Bandelli, da sempre al centro dell’attenzione anche per il proprio ruolo, riemerso in tutta la sua centralità in tempo di pandemia, di autentico cuore pulsante della vita e della socialità dei cittadini.

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Articoli recenti

© 2021 Futura (C.F. 90163240329)
Tutti i diritti riservati

Politica dei cookie