Notizie

Intervento di Roberto De Gioia sul “Treno delle biciclette”

Il servizio Mi.Co.Tra. è un servizio ferroviario istituito dalla Regione FVG in accordo con il Land della Carinzia e realizzato per congiungere le città di Udine e Villaco.

Più familiarmente conosciuto come “treno delle biciclette”, è utilizzato per connettere importanti luoghi del turismo e rafforzare il sistema delle piste ciclabili incardinato sull’Alpe-Adria e sull’Adria Bike (Monfalcone-Grado-Trieste).

Non si capisce perché questo treno così importante debba fermarsi tutti i giorni a Udine e solo nei weekend e festivi arrivare fino a Trieste, come se i cicloturisti non ne avessero bisogno nelle giornate infrasettimanali.

“Il cicloturismo è in forte espansione” afferma il consigliere comunale di Futura Roberto de Gioia, che aveva già presentato una mozione in Consiglio comunale, approvata, ma di cui non si sono visti gli effetti.

“Trieste, continua l’esponente di Futura, è strategica quale punto di raccordo tra l’Alpe Adria e la Parenzana; da Monfalcone è impossibile, salvo correre grossi rischi, raggiungere Trieste in bicicletta e l’unico mezzo è quello ferroviario.

Ma questo treno, finanziato dalla Regione con i fondi europei per un servizio transfrontaliero, si ferma a metà strada. Incredibile!

Si dirà che c’è il collegamento via mare, ma se anche si vuole esprimere apprezzamento per la decisione della Regione di ampliare in maniera significativa la propria offerta dei servizi marittimi con il collegamento marittimo tra Lignano e Grado, non si può dire altrettanto quando la si vuol far passare come complementare a un collegamento tra Lignano e Trieste e per di più che questo vada a beneficio del cicloturismo.

Com’è noto, la tratta Grado/Trieste presenta alcune criticità, in quanto il mezzo di trasporto marittimo non si è rivelato il più adatto alla navigazione nel Golfo di Trieste e purtroppo si deduce, come già accaduto in queste prime settimane di servizio, che molte saranno le corse a rischio di sospensione.

Anche l’eventuale sostituzione con i pullman, che però non trasportano biciclette, non aiuta a favorire il movimento del cicloturismo tra queste località.

E questo proprio nel momento in cui questa forma di mobilità turistica sostenibile è in forte espansione.

Per fortuna un minimo di garanzia lo offre il collegamento marittimo tra Monfalcone e Trieste, ma è risaputo che questo non è sufficiente.

La richiesta di de Gioia è che ci sia maggior attenzione nei riguardi di questa forma di turismo e che il treno delle biciclette arrivi tutti i giorni a Trieste, almeno nel periodo estivo.

Articolo “Il Piccolo”

il piccolo treni per le bici

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Articoli recenti

© 2021 Futura (C.F. 90163240329)
Tutti i diritti riservati

Politica dei cookie