Notizie

Sì al museo archeologico e area verde per Casa Francol, no altro albergo

Noi di Futura siamo d’accordo con il progetto di un museo archeologico e un’area verde per Casa Francol in Zona Urban (Trieste). Rigettiamo però l’idea di un altro albergo. Più spazi all’aperto per i ristoratori della zona e meno concorrenza.


Casa Francol è un edificio antico che è rimasto purtroppo un’incredibile incompiuta del progetto Urban. Con il suo giardino si trova in un’area di grande interesse archeologico (tutta l’area è ancora oggetto di scavi ed è tutelata dalla soprintendenza). Andrebbe valorizzata al massimo attraverso un percorso turistico che sarebbe certamente di grande interesse e invece è totalmente abbandonata. Tutto questo, dopo mille proposte che si sono susseguite negli anni, tra cui quella avanzata nel 2001 dal Centrodestra. Si proponeva il palazzo come sede per le associazioni che hanno sempre bisogno di spazi.


Ora invece si scopre che la sua destinazione d’uso diventerebbe “libera”. Aprendo così la possibilità di realizzare un altro albergo, in una zona dove in poche centinaia di metri esistono già molte altre strutture come questa. Facendo così aumenterebbe la concorrenza, quando la cosa migliore sarebbe invece incrementare l’offerta, specialmente per una categoria che è stata così tanto penalizzata dal Covid.

 
Noi ci schieriamo con l’associazione Triestebella:

L’idea di un museo collegato a un’area verde completerebbe una grande operazione di recupero di un’intera area della città. Per questo motivo ci schieriamo dalla parte dell’associazione “Triestebella”.


Condividiamo la loro proposta di creare in Casa Francol un museo archeologico, ma anche da quella degli albergatori e dei ristoratori della zona. Potrebbero sfruttare le aree verdi in un periodo nel quale hanno estremo bisogno di un rilancio. Ristoratori che hanno investito su quell’area proprio in considerazione della possibilità di avere a disposizione delle aree esterne per i propri tavoli all’aperto. Uno spazio verde sarebbe una manna soprattutto in un periodo segnato dal Covid e dalle sue restrizioni per esercizi pubblici e ristoranti in cui la riapertura passa inevitabilmente per la disponibilità di posti all’aperto.


Se l’Amministrazione desse ascolto alla proposta di “Triestebella” che come Futura facciamo nostra, il Comune potrebbe ottenere un duplice vantaggio. Aumenterebbe l’offerta turistica, culturale e offrirebbe ulteriori opportunità di lavoro e spazi utili ai locali presenti. Piuttosto che andare a penalizzare ulteriormente le strutture esistenti già messe a dura prova dalla pandemia.

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Articoli recenti

© 2021 Futura (C.F. 90163240329)
Tutti i diritti riservati

Politica dei cookie